Argine Reno

Pareri ed opinioni sugli oltre 5000 itinerari cicloturistici di PisteCiclabili.com

Argine Reno

Messaggiodi Mike il 22 ago 2011, 7:01 pm

Questa discussione contiene i commenti dell'itinerario cicloturistico Argine Reno

Descrizione, mappa ed informazioni sull'itinerario si trovano al seguente indirizzo:

http://www.piste-ciclabili.com/itinerari/3278-argine-reno

Iscrivendosi gratuitamente al forum è possibile commentare gli itinerari (bottone Rispondi), ricevere un avviso quando altre persone aggiungono commenti (link 'Sottoscrivi argomento'), e partecipare attivamente al miglioramento di Piste-Ciclabili.com
Avatar utente
Mike
Mascotte
 
Messaggi: 2130
Iscritto il: 16 mar 2008, 10:23 am

Re: Argine Reno

Messaggiodi Tubercolo il 20 mag 2015, 2:40 pm

NON SONO RIUSCITO A CANCELLARE QUESTO POST : VA LETTO QUELLO DI SOTTO !
Percorsa da Bagno di Piano ( poco dopo il ponte sul Reno, si volta a destra per una strada inizialmente asfaltata, poi sterrata ) , che passa a fianco di alcuni casolari , sul margine dell'argine, che , in realtà, è il metanodotto. Se si è in macchina, lì si può parcheggiare.
Giornata di sole ( domenica 17 maggio ) ma non afosa.
Il percorso è tutto sull'argine sotto al quale corre il metanodotto, il Reno praticamente non si vede quasi per tutto il percorso, a meno che non si esca dal sentiero per andarlo a vedere da vicino, ma non ne vale la pena, è un rigagnolo puzzolente... io mi aspettavo un fiume simile a quello che passa per Casalecchio di Reno .
In parte il sentiero è tenuto bene, specie in prossimità di Castello d'Argile e Pieve di Cento, per il resto erba alta almeno un metro, con solchi in cui tenere la ruota praticamente invisibili, si procede sulla fiducia che non ci siano buchi ( io non ne ho beccati ). Non rovi - solo in un passaggio sotto al ponte di cui ho già parlato, ma gramigna a profusione , che si incastra nel cambio a fascine, per cui è necessartio pulire periodicamente freni - se avete i dischi - ed ingranaggi posteriori ( dopo un pò i rapporti deragliano ).
Il passare attraverso l'erba fa di voi e della bici una specie di falciatrice, per cui la gamba è sempre in tiro ed è necessario non allungare troppo i rappori. Un bell'allenamento come in salita, ma stando sul piano, l'erba fa attrito, anche se non sembra )
Paesaggi belli, ma un pò monotoni alla lunga ( pioppeti ) , una bella zona umida ( La Rotta ) con laghetti abitati da ranocchie e paperelle, qualche airone.
Incrociata anche famiglia di lepri superveloci ( meglio per loro, se la caccia è aperta, di fucilate se ne sentivano qua e là ).
Non sono riuscito ad arrivare al bosco della Bisana perchè ho fatto tardi, pare sia carino anche quello, mi sono fermato circa 9 chilometri prima.
Ultima modifica di Tubercolo su 20 mag 2015, 3:00 pm, modificato 1 volte in totale.
Tubercolo
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 14 mag 2015, 8:49 am

Re: Argine Reno

Messaggiodi Tubercolo il 20 mag 2015, 2:57 pm

Percorsa da Bagno di Piano ( poco dopo il ponte sul Reno, si volta a destra per una strada inizialmente asfaltata, poi sterrata ) , che passa a fianco di alcuni casolari , sul margine dell'argine, che , in realtà, è il metanodotto. Se si è in macchina, lì si può parcheggiare.
Giornata di sole ( domenica 17 maggio ) ma non afosa.
Il percorso è tutto sull'argine sotto al quale corre il metanodotto, il Reno praticamente non si vede quasi per tutto il percorso, a meno che non si esca dal sentiero per andarlo a vedere da vicino, ma non ne vale la pena, è un rigagnolo puzzolente... io mi aspettavo un fiume simile a quello che passa per Casalecchio di Reno .
In parte il sentiero è tenuto bene, specie in prossimità di Castello d'Argile e Pieve di Cento, per il resto erba alta almeno un metro, con solchi in cui tenere la ruota praticamente invisibili, si procede sulla fiducia che non ci siano buchi ( io non ne ho beccati ). Non rovi - solo in un passaggio sotto al ponte di cui ho già parlato, ma gramigna a profusione , che si incastra nel cambio a fascine, per cui è necessartio pulire periodicamente freni - se avete i dischi - ed ingranaggi posteriori ( dopo un pò i rapporti deragliano ).
Il passare attraverso l'erba fa di voi e della bici una specie di falciatrice, per cui la gamba è sempre in tiro ed è necessario non allungare troppo i rappori. Un bell'allenamento come in salita, ma stando sul piano, l'erba fa un bel popò di attrito, anche se potrebbe non sembrare .
Paesaggi belli, ma un pò monotoni alla lunga ( pioppeti e campi ) , una bella zona umida ( La Rotta ) con laghetti abitati da ranocchie e paperelle, qualche airone.
Se ne avete voglia, un agriturismo molto carino ( la Bisana ) dove si mangia molto bene ( l'avevo già sperimentato in precedenza ), se ne può fare una tappa se si va in compagnia...
Incrociata anche famiglia di lepri superveloci ( meglio per loro, se la caccia è aperta, di fucilate se ne sentivano qua e là ).
Non sono riuscito ad arrivare al bosco della Bisana perchè ho fatto tardi, pare sia carino anche quello, mi sono fermato circa 9 chilometri prima.
Runtastic mi dice 31,8 km, 2 ore e 53 , 1684 kcal ( :ok )
Tubercolo
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 14 mag 2015, 8:49 am


Torna a Commenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 7 ospiti