Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Spazio dove discutere di qualsiasi argomento, anche non riguardante le piste ciclabili o il ciclismo
pedalgronda
Moderatore
Messaggi: 2736
Iscritto il: 01 giu 2007, 8:54 pm
Biografia: Sono nato a Milano e qui ho sempre vissuto: 34 anni, Ingegnere meccanico (indirizzo materiali metallici) dal 2002. Dal 2005 sono attivo nel volontariato per la difesa dell'ambiente e per il miglioramento della mobilità a Milano. Come molti Milanesi (che ancora non lo sanno) sono asmatico. Posseggo 11 biciclette ma la maggior parte sono vecchie e scassate in attesa di essere sistemate. Sono sposato con una fanatica della bicicletta come me e ho un cane che viene con noi in bici.
Bicicletta: Una MTB decathlon con freni Vbrake, cambi sram, forcella ammortizzata e telaio in alluminio.
Località: Milano
Contatta:

Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da pedalgronda » 14 feb 2010, 9:33 pm

Come suggeritomi da Valcaturnica nella sua presentazione in questa community, mi sono messo a studiare un possibile itinerario per le mie ferie sulle Dolomiti e ho scoperto che anche Davidone andrà lì per cui siamo già in 5 interessati (3 + moglie +cane :lol )

Ho creato l'itinerario su google map, unione di 3-4 ciclabili già segnalate (in fondo l'altimetria totale)

1) Partenza da Rio di Pusteria. Non mi è chiaro se esiste anche una ciclabile che da Bressanone porta a Rio di Pusteria (in caso qualcuno la conosca...la segnali!)
2) Salita fino a Dobbiaco (parte in verde)
Prima di Dobbiaco Valcaturnica suggeriva di svoltare a sinistra in valle di Anterselva per sconfinare in Austria e poi scendere a Linz: non ho visto nè itinerari nè indicazioni di ciclabili in questo tratto: qualcuno la conosce e sa come è (dislivelli, fondo, tipo di strada, ecc ecc) ; Chiarito con il messaggio di Slimer : tratto non troppo adatto al cicloturista.
3) Discesa fino a Linz (rosso)
4) Ritorno a Dobbiaco in treno (azzurro)
5) Attacco della Lungavia delle Dolomiti che proprio devo assolutamente vedere visti i super commenti su Pisteciclabili.com (viola)

Però qui sorge il problema: per tornare a Rio di Pusteria dovrei rifare al contrario tutta la lungavia delle Dolomiti, se potessi mi piacerebbe fare un itinerario il più possibile ad anello.
Ho trovato in rete un tizio che diceva di aver fatto un anello da Calalzo di Cadore (arrivo della Lungavia) fino a Dobbiaco passando per Auronzo e poi su per la val Padola. Non so nemmeno qui come sono le strade e se ci sono ciclabili.

Ogni aiuto è ben accetto.
Allegati
altimetria.JPG
altimetria.JPG (123.88 KiB) Visto 5794 volte
Io, GG, sono nato e vivo a Milano (G.Gaber)

Davidone
Messaggi: 12
Iscritto il: 10 feb 2010, 12:22 pm

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da Davidone » 15 feb 2010, 8:27 pm

Grande pedalgronda :cool ....tu si sei un uomo di parola!!!
Io non posso esserti proprio d'aiuto,ma certamente lo sarete voi x me :lol
Grazieeeeeeeeeeeeeee

Slimer
Messaggi: 19
Iscritto il: 08 apr 2008, 11:45 am
Bicicletta: MTB RockRider 700
Località: Monza

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da Slimer » 15 feb 2010, 11:01 pm

pedalgronda ha scritto:Prima di Dobbiaco Valcaturnica suggeriva di svoltare a sinistra in valle di Anterselva per sconfinare in Austria e poi scendere a Linz: non ho visto nè itinerari nè indicazioni di ciclabili in questo tratto: qualcuno la conosce e sa come è (dislivelli, fondo, tipo di strada, ecc ecc)
Dunque, da Anterselva verso Lienz: in effetti in quel tratto ciclabili non ce ne sono e fra qualche riga capirai anche il perché... :eek
Dislivello: com'é? Tosto! Fatto personalmente? Si, ma le due ruote erano motorizzate :D
Questo è il percorso con dislivello che ho trovato in rete (vedi allegato).
Fondo: asflato, molto buono
Tipo strada: molto, ma molto stretta (un paio di foto per dare l'idea http://www.panoramio.com/photo/17264564 http://www.panoramio.com/photo/4065142). Per intenderci, subito dopo il lago di Anterselva c'è un semaforo che regola il flusso del traffico perché la carreggiata consente al massimo il passaggio di un mezzo a quattro ruote...e non è un esagerazione. L'intervallo è di 15 minuti. Inutile aggiungere che il ciclista non riesce a coprire la distanza in tale lasso di tempo.
E' un paradiso per i motociclisti...non si può dire altrettanto per chi lo affronta in bici.
Allegati
Anterselza_PassoStalle_Lienz.zip
(9.4 KiB) Scaricato 127 volte

pedalgronda
Moderatore
Messaggi: 2736
Iscritto il: 01 giu 2007, 8:54 pm
Biografia: Sono nato a Milano e qui ho sempre vissuto: 34 anni, Ingegnere meccanico (indirizzo materiali metallici) dal 2002. Dal 2005 sono attivo nel volontariato per la difesa dell'ambiente e per il miglioramento della mobilità a Milano. Come molti Milanesi (che ancora non lo sanno) sono asmatico. Posseggo 11 biciclette ma la maggior parte sono vecchie e scassate in attesa di essere sistemate. Sono sposato con una fanatica della bicicletta come me e ho un cane che viene con noi in bici.
Bicicletta: Una MTB decathlon con freni Vbrake, cambi sram, forcella ammortizzata e telaio in alluminio.
Località: Milano
Contatta:

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da pedalgronda » 15 feb 2010, 11:26 pm

Slimer ha scritto:in quel tratto ciclabili non ce ne sono e fra qualche riga capirai anche il perché...
perfetto! ora so che devo evitare quel pezzo e proseguire dritto per l'itinerario originale. Aggiorno il messaggio iniziale in accordo

Grazie davvero, info preziosissime. Rifarò la val Anterselva in moto (anche se l'ho venduta ormai anni fa!)
Io, GG, sono nato e vivo a Milano (G.Gaber)

Slimer
Messaggi: 19
Iscritto il: 08 apr 2008, 11:45 am
Bicicletta: MTB RockRider 700
Località: Monza

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da Slimer » 15 feb 2010, 11:33 pm

pedalgronda ha scritto:Grazie davvero, info preziosissime
:si

Il Pordenonese
Messaggi: 152
Iscritto il: 04 apr 2008, 10:32 am

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da Il Pordenonese » 16 feb 2010, 11:40 am

anch'io questa estate ho intenzione di percorrere un itinerario simile. partenza da pordenone in ciclabile per porcia-roveredo-budoia-aviano-montereale valcellina-maniago-(tutti percorsi censiti su questo sito), poi attraverso pinzano al tagliamento e poi buia (tratti a scarso traffico senza ciclabile deidcata), collegamento con la ciclabile alpe adria (alcuni tratti non sono ancora finiti) moggio udinese-pontebba-tarvisio-coccau-villach. qui prima digressione verso il lago di velden, poi ritorno a villach e digressione all'ossiacher see, poi ciclabile della gaital fino a koschak mauten. qui il primo problemino, passo da valicare (breve, 5 km ma senz ciclabile e con traffico). poi collegamento con la ciclabile lienz san candido. da san candido verso dobbiacco e la ciclabile verso cortina poi giu fino a calalzo e in treno rientro a pordenone.

per l'amico vicentino consiglio una visita a http://www.zeppelin.it/index_mcms.php?id=260#top

dove puoi trovare i collegamenti ciclabili tra le citta' venete (esempio vicenza bassano e bassano treviso) e a richiesta puoi farti inviare la mappa ciclabile del veneto.

saluti

pedalgronda
Moderatore
Messaggi: 2736
Iscritto il: 01 giu 2007, 8:54 pm
Biografia: Sono nato a Milano e qui ho sempre vissuto: 34 anni, Ingegnere meccanico (indirizzo materiali metallici) dal 2002. Dal 2005 sono attivo nel volontariato per la difesa dell'ambiente e per il miglioramento della mobilità a Milano. Come molti Milanesi (che ancora non lo sanno) sono asmatico. Posseggo 11 biciclette ma la maggior parte sono vecchie e scassate in attesa di essere sistemate. Sono sposato con una fanatica della bicicletta come me e ho un cane che viene con noi in bici.
Bicicletta: Una MTB decathlon con freni Vbrake, cambi sram, forcella ammortizzata e telaio in alluminio.
Località: Milano
Contatta:

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da pedalgronda » 18 feb 2010, 9:00 pm

Il Pordenonese ha scritto:anch'io questa estate ho intenzione di percorrere un itinerario simile
bello, quanti km in totale?
se hai voglia di mettere su google maps il tracciato poi possiamo capire meglio il giro che fai.
cosa ti porti in bici (borse portapacchi numero zaini,ecc ecc)?
Dormi in hotel o campeggio? prenoti prima o improvvisi?
Io, GG, sono nato e vivo a Milano (G.Gaber)

andrea14048900
Messaggi: 27
Iscritto il: 09 ott 2009, 9:16 pm

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da andrea14048900 » 18 feb 2010, 10:22 pm

Se volete da Tai di cadore si arriva fino a Belluno su strade poco o nulla frequentate , unico neo da Termine di Cadore a Castellavazzo =1500 metri in salita su strada statale. Da Belluno si può proseguire in direzione Feltre , ed eventualmente Bassano del Grappa. Anche qui misto tra strade poco frequentate e alcuni tratti di statale.Ciao e ditemi come posso aiutarvi

pedalgronda
Moderatore
Messaggi: 2736
Iscritto il: 01 giu 2007, 8:54 pm
Biografia: Sono nato a Milano e qui ho sempre vissuto: 34 anni, Ingegnere meccanico (indirizzo materiali metallici) dal 2002. Dal 2005 sono attivo nel volontariato per la difesa dell'ambiente e per il miglioramento della mobilità a Milano. Come molti Milanesi (che ancora non lo sanno) sono asmatico. Posseggo 11 biciclette ma la maggior parte sono vecchie e scassate in attesa di essere sistemate. Sono sposato con una fanatica della bicicletta come me e ho un cane che viene con noi in bici.
Bicicletta: Una MTB decathlon con freni Vbrake, cambi sram, forcella ammortizzata e telaio in alluminio.
Località: Milano
Contatta:

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da pedalgronda » 19 feb 2010, 12:13 am

Nessuno sa suggerirmi un modo per tornare a Dobbiaco da Calalzo di Cadore senza ripercorrere nuovamente la ciclabile?

PS: stasera al TG rai (credo 3) parlavano della BIT (fiera del turismo) in corso a Milano ed hanno parlato della Lungavia delle Dolomiti come di una delle più belle ciclabili al mondo....basta pubblicità altrimenti questa estate ci tocca farcela in ciclo-coda come sulla salerno reggiocalabria :D
Io, GG, sono nato e vivo a Milano (G.Gaber)

Il Pordenonese
Messaggi: 152
Iscritto il: 04 apr 2008, 10:32 am

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da Il Pordenonese » 19 feb 2010, 4:16 pm

pedalgronda ha scritto:
Il Pordenonese ha scritto:anch'io questa estate ho intenzione di percorrere un itinerario simile
bello, quanti km in totale?
se hai voglia di mettere su google maps il tracciato poi possiamo capire meglio il giro che fai.
cosa ti porti in bici (borse portapacchi numero zaini,ecc ecc)?
Dormi in hotel o campeggio? prenoti prima o improvvisi?
km, non so, devo ancora fare un piano preciso. 2 bici (io e mia moglie) con 2 borsoni laterali posteriori+borsa frontale, ognuno dei 2 poi deve trainare un carrettino, il mio con le 2 bambine piu grandi, e sul portapacchi del carrettino tenda e sacchi a pelo. sul carrettino di mia moglie il bambino piu piccolo e nel posto che rimane (e' un carrettino a 2 posti anche questo) il resto della roba. l'idea mia e' quella di fare campeggio il piu possibile, l'idea di mia moglie esattamente contraria, usare la tenda solo in caso di emergenza, non dovessimo trovare alloggio.

per ragioni evidenti di spazio mi sto attrezzando con le soluzioni piu pratiche tipo il sacco a pelo della decathlon che ha gia il materassino integrato, la tenda sempre decathlon da 5 posti con montaggio veloce, etc..

il km quotidiano per forza di cose sara' ridotto, max 40km, poi man mano che andiamo vedremo, il bello della tenda e' potersi fermare quando ti pare senza l'obbligo di tappe predeterminate...

saluti

Il Pordenonese
Messaggi: 152
Iscritto il: 04 apr 2008, 10:32 am

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da Il Pordenonese » 19 feb 2010, 4:19 pm

pedalgronda ha scritto:Nessuno sa suggerirmi un modo per tornare a Dobbiaco da Calalzo di Cadore senza ripercorrere nuovamente la ciclabile?
in ciclabile non c'e' altro modo. se vai per auronzo, padola, passo mt. croce comelico, moso sesto etc... hai molta salita e strada trafficata. (pero' merita molto, vista su croda rossa, 3 cime, etc...)oppure a meta' di questo percorso fai il passo che ti porta verso misurina, ma stesso problema dell'altro...

saluti

Il Pordenonese
Messaggi: 152
Iscritto il: 04 apr 2008, 10:32 am

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da Il Pordenonese » 19 feb 2010, 4:27 pm

pedalgronda ha scritto:
Il Pordenonese ha scritto:anch'io questa estate ho intenzione di percorrere un itinerario simile
bello, quanti km in totale?
se hai voglia di mettere su google maps il tracciato poi possiamo capire meglio il giro che fai.
cosa ti porti in bici (borse portapacchi numero zaini,ecc ecc)?
Dormi in hotel o campeggio? prenoti prima o improvvisi?
http://maps.google.it/maps/ms?ie=UTF8&h ... 60486dffcc

440km, quasi interamente in ciclabile dedicata tranne i tratti pinzano-moggio udinese e il passo tra koschach mauten e oberdrauburg.

saluti

emabiond
Messaggi: 1400
Iscritto il: 21 ott 2007, 11:59 am
Bicicletta: Un totale di 5 bici, strada, mtb, ibrida, city bike
Località: Milano
Contatta:

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da emabiond » 19 feb 2010, 5:20 pm

Se passate da Linz, non potete mancare di visitare il nuovo quartiere residenziale Solar City "di città ideale" progettato, secondo le più attuali e innovative metodologie di costruzione eco compatibili, da un team di architetti, ingegneri e paesaggisti di tutto rispetto e di fama mondiale (Roland Rainer, Thomas Herzog, Norman Foster, Richard Rogers, Renzo Piano, Norbert Kaiser)
Vedi qui
Allegati
ScreenShot005.jpg
ScreenShot005.jpg (39.02 KiB) Visto 5633 volte

Valcaturnica
Messaggi: 5
Iscritto il: 26 gen 2010, 9:34 pm
Bicicletta: Ne ho in tutto una ventina fra vecchie e nuove, molte da ristrutturare, altre che uso correntemente.
Località: Prealpi venete, Alto vicentino.

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da Valcaturnica » 19 feb 2010, 6:01 pm

Ciao ragazzi, e scusate il ritardo, ma prima sono stato occupato, poi mi sono concesso qualche giorno di ferie a Barcellona con la famiglia (ciclabili a go-go in centro città, ragazzi, e bici a noleggio dappertutto, che potevi poi lasciare nelle apposite rastrelliere! Non le abbiamo usate, ma c'erano ed erano usate anche dai locali, oltre che dai turisti).
Effettivamente non mi sono spiegato come avrei dovuto riguardo alla deviazione lungo la Pusteria, in salita da Brunico verso S.Candido. Innanzitutto devo dire che da anni vado a fine agosto una settimana in un Residence a Rasun, quindi la zona la conosco piuttosto bene.
Per il mio giro preferisco deviare dalla Pusteria verso Rasun-Anterselza-Passo Stalle appunto per "cercare qualcosa di più tosto" rispetto alla normale ciclabile di fondovalle.
Il Passo Stalle è si stretto e a senso unico di un quarto d'ora ogni ora, ma solo per i mezzi a quattro ruote. I ciclisti possono transitare sempre, in qualunque momento. Il fatto che anche pochi di voi lo conoscano, significa che non è molto frequentato, giusto? Ogni anno ad agosto infatti lo percorro in bici. Il traffico non è mai pressante o fastidioso, e le auto che lo percorrono vanno piano causa la sede stradale stretta. La stada sale, questo si, eccome! In certi tratti la pendenza è anche elevata o molto elevata, anche se mai impossibile. Ovvio che con i carrettini dei bimbi al seguito, o quando si è stracarichi, è meglio non farla, ma io sarò in solitaria, per cui voglio proprio godermi quelle strade, che oltretutto portano a godersi dei panorami incantevoli (sul mio cellulare lo sfondo è proprio una foto scattata quasi dalla cima del Passo, da dove si vede bene il lago di Anterselva contornato dai monti).
La discesa in Austria (il confine passa proprio sul Passo) è poi impegnativa nel primo tratto, ma larga e pedalabile lungo il successivo fondovalle per decine di chilometri, (mai su ciclabile, ma comunque su strade percorribilissime in bici), fino all'uscita della vallata, dove si svolta strettamente a dx, si imbocca subito la ciclabile, qui si, (molto bella, immersa nel verde), che in qualche altra decina di km porta fino al centro di Linz ... ed il gioco è fatto!
Ma ripeto: per questa deviazione piuttosto ... come dire ... sfidante ... occorre essere allenati, abbastanza esperti nella guida e sicuramente non oppressi da pesi eccessivi; ripeto, la salita è tosta, anche se non lunghissima. I tratti duri sono nella prima parte, poco prima di Anterselva, all'aperto in mezzo ai pascoli, e poi dopo la sbarra del senso unico. Lì pizzica, veramente. E non molla quasi mai. Ma in quanto a soddisfazione, posti, panorami e tranquillità nulla da dire.
Ovvio che per chi vuole o deve, o non può, si potrà seguire la ciclabile della Pusteria, senza deviare, semplice, tranquilla, facile. Per le famiglie è sicuramente quello l'obbligo che corre.
Ma per uno spirito libero e solitario, vai con lo Stalle e le sue sfide!
N.B.: Lungo la valle di Anterselva non mancano nel primo tratto le ciclabili anche sterrate (ma sempre leggerissime e ben tenute, in mezzo ad un bel biotopo), gli hotel, i B&B ed i campeggi. Fatemi sapere anche le vostre opinioni, ovviamente.

Il Pordenonese
Messaggi: 152
Iscritto il: 04 apr 2008, 10:32 am

Re: Costruiamo un itinerario sulle Dolomiti

Messaggio da Il Pordenonese » 19 feb 2010, 6:45 pm

emabiond ha scritto:Se passate da Linz, non potete mancare di visitare il nuovo quartiere residenziale Solar City "di città ideale" progettato, secondo le più attuali e innovative metodologie di costruzione eco compatibili, da un team di architetti, ingegneri e paesaggisti di tutto rispetto e di fama mondiale (Roland Rainer, Thomas Herzog, Norman Foster, Richard Rogers, Renzo Piano, Norbert Kaiser)
Vedi qui
pero' noi passiamo per Lienz, non per Linz...comunque gran bella cosa, non conoscevo.

saluti

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti