Registrazione

Susans - Ragogna - Pinzano

Profilo altimetrico

Pendenza media 0.5%, max 28% Dislivello salita 477m, discesa 477m, assoluto 114m

Caratteristiche

Distanza:24.06 km
Tipo:ciclostrada
Fondo:misto
Adatto a bambini: No
Adatto a pattinatori: Non votato
Durata (Km/h): 96 minuti
Assieme a quest'altro itinerario il percorso si propone di collegare l'ippovia al ponte di Pinzano al Tagliamento e quindi alle ciclabili della pedemontana pordenonese.
Grazie all'itinerario che porta verso Gemona e Magnano ci si può cosi collegare al futuro punto di arrivo della ciclabile Alpedria ciclabile Alpedria.

La zona attraversata è veramente notevole dal punto di vista naturalistico. Guardate le foto per farvi una idea al riguardo.
Partenza dal ponte della SS463 sul fiume Ledra a Tiveriacco di Majano, punto in comune con l'itinerario Magnano-Osoppo-Buia.
Seguiamo la strada Majano-Cimano fin quasi al ponte sul Tagliamento.

Questo tratto è un poco trafficato ma attraversa una zona boscosa a fianco del fiume Ledra e questo lo rende un poco più gradevole.
Prima del ponte prendiamo a sinistra fino ad incontrare il cartello indicatore del rio dell'acqua caduta.

Da qui ci si butta dentro il bosco seguendo il buon sentiero che, prima in discesa, poi in piano ci porta fino alla strada dal fondo naturale che collega Cimano a Muris.
Le splendide foto che trovate su google earth/panoramio scattate lungo il rio dell'acqua caduta spero proprio invoglino chi legge a fare un giretto da queste parti.
Al bivio poco prima di Muris incontriamo il segnavia del percorso numero 1 di San Daniele. Seguiamo questa indicazione (in direzione nord ovest).
Segue una lunga strada dal fondo naturale che con qualche saliscendi, nel fitto bosco stretto tra il monte di Ragogna ed il Tagliamento, ci porta al castello di San Pietro di Ragogna.

Lungo questo tratto troverete vari cartelli che indicano percorsi storico naturalistici sui luoghi della grande guerra.
Entrati a San Pietro seguiamo via 2 giugno e poi via al ponte fino al ponte di Pinzano.
Volendo rientrare al punto di partenza seguite la normale viabilità automobilistica verso Muris fino ad arrivare alla ancona con bici (vedi foto).

Da qui prendete verso nord. In breve vi ritroverete sulla strada bianca fatta all'andata e proveniente da Cimano.
Poco prima di detto incrocio prendete però a destra, passate a fianco di un maneggio, attraversate una splendida radura ed il bordo di una palude (possibile fango).

Poco dopo, al bivio, svoltate a destra per ritrovarvi cosi in breve sulla strada asfaltata panoramica che porta a Susans.
Arrivati al castello di Susans seguite i cartelli per la fontana dal Cop.

Dove la strada tra le ville termina inizia un sentiero che scende nel folto bosco (possibili rovi).
Si passa a fianco di un vecchio lavatoio ed in breve si giunge su una strada dal fondo migliore (ma non troppo) che si segue verso nord fino a raggiungere il punto di partenza.
Se il sentiero è intransitabile è preferibile seguire la viabilità ordinaria scendendo sulla statale per Gemona che si segue poi fino al punto di partenza.

Nota:
Tra le foto pubblicate ne troverete alcune "fuori" percorso. Si tratta del frutto di esplorazioni volte a trovare percorsi alternativi alle strade asfaltate
che però non hanno dato esiti favorevoli (se si eccettuano le magnifiche fioriture dei prati stabili attorno a Susans!)


Itinerario segnalato da borgofumo il 22 maggio 09

Sono presenti 4 commenti legati a questo percorso.

Download

Video

Commenti

  • Re: Susans - Ragogna - Pinzano
    Purtroppo la descrizione degli itinerari non è aggiornata, sob....! Il sentiero del Rio dell'acqua caduta probabilmente ERA bellissimo e percorribilissimo. Tronchi, ma non solo... Ad un certo punto il sentiero è sbarrato; c'è una deviazione tra erba alta da cui si levano nugoli di fameliche zanzare; si attraversa il rio e...l'unica via percorribile è un tratturo dilavato, in salita, ripido...dicunt "sgarruppato". Tentato con bici a spalla e rinunciato. Forse se siete giovani, prestanti, formato Big Jim non vi crea problema!
    Bellissimo invece lo sterrato da Muris al castello di San Pietro di Ragogna...a patto di trovarlo. Se riuscite a imboccarlo, ad un certo punto biforca e ovviamente nessuna segnaletica. Soccorsa da due gentili cavallerizzi: tenere la destra a meno di non voler salire (trincee della grande guerra) per poi ridiscendere e trovarsi nello stesso punto.
    elfina, 20 agosto 16
  • Re: Susans - Ragogna - Pinzano
    Ho fatto questo percorso il 9 agosto 2011. Purtroppo il sentiero nel bosco del rio dell'acqua caduta è ostruito da alberi evidentemente caduti a seguito di un temporale o a causa di smottamenti; inoltre il sentiero ad un certo punto si perde. Conviene proseguire per la via Prataront e collegarsi più avanti al tracciato come anch'io ho dovuto fare. Complimenti a Borgofumo per le numerose e interessanti proposte.
    Brassound, 11 agosto 11
  • Re: Susans - Ragogna - Pinzano
    Ottima descrizione del percorso ed ottima idea quella di collegare questo percorso alla Ciclovia FVG1-Alpe Adria (tratto della Ippovia).
    Ho analizzato anche una serie dei tuoi percorsi e sono rimasto molto soddisfatto di come li sviluppi. Questa è la base per lo sviluppo di qualità del sito. Ci siamo già sentiti via mail ed avrei piacere di fare un percorso con te appena rientri dalgli impegni di lavoro.
    Ciao Attilio
    FiabPn, 21 agosto 09
Scrivi commento | Regolamento