Registrazione

Monte Sabotino

Profilo altimetrico

Pendenza media 2.2%, max 26% Dislivello salita 853m, discesa 852m, assoluto 488m

Caratteristiche

Distanza:22.1 km
Tipo:ciclabile
Fondo:misto
Adatto a bambini: No
Adatto a pattinatori: No
Durata (Km/h): 88 minuti
LocalitÓ attraversate: Gorizia, Parco dell'Isonzo - Piuma - Podsenica - Monte Sabotino - Eremo di S. Valentino - S. Mauro - Piuma - Parco dell'Isonzo

L'ascesa al monte Sabotino, da qualsiasi parte la si voglia affrontare, Ŕ comunque una bella impresa (le pendenze sono molto pronunciate). La soddisfazione che per˛ si proverÓ dopo tanta fatica sarÓ immensa, perchÚ il Sabotino Ŕ un luogo straordinario. Il vastissimo panorama che spazia dalla valle del Vipacco, al Carso Isontino, alla pianura friulana, al mare Adriatico, al Collio, alla cerchia alpina, allo stretto corso dell'Isonzo e all'altopiano di Tarnova Ŕ qualcosa di unico.

Tutto il monte Ŕ pregno dei ricordi lasciati dagli importanti avvenimenti storici che hanno segnato questi luoghi: le battaglie della I guerra mondiale, di cui rimangono le trincee e le gallerie cannoniere scavate dagli austro-ungarici (alcune percorribili con facilitÓ in quanto attrezzate ed illuminate direttamente dalla luce del sole), e la cortina di ferro che passava proprio per la linea di vetta e di cui ne sono testimonianza le due casermette jugoslava e italiana e, fino a pochissimi anni fa, i reticolati ed il filo spinato.

Testimone postumo delle vicende belliche del secondo conflitto mondiale, una sorta di dazio per la sconfitta subita, Ŕ la cosiddetta Strada di Osimo : una strada che collega tutt'oggi due localitÓ della Slovenia ma attraverso il territorio italiano. Molto interessante il sito dell'eremo cinquecentesco di S. Valentino. E per chi ama le fioriture, giugno Ŕ un mese eccezionale.

L'itinerario transfrontaliero prevede lo sconfinamento dal valico agricolo di S. Valentino, che prima dell'ingresso della Slovenia nell'area Schengen poteva essere superato solo dai possessori di un particolare lasciapassare, percorre un tratto della Strada di Osimo, si arrampica fino alla strada panoramica slovena, raggiunge la vecchia casermetta jugoslava, sconfina in Italia, tocca la casermetta italiana, e l'eremo di S.Valentino e infine con entusiasmante discesa, meglio dire picchiata, raggiunge il Parco dell'Isonzo, punto di partenza di questo stupendo tracciato.

Maggiori informazioni su http://www.isontinoinbici.it/Sabotino/sabotino.html

Itinerario segnalato da GoriziainMTB il 28 maggio

Download

Commenti

Se conosci questo itinerario e vuoi lasciare il tuo parere o informazioni utili, lascia un commento
Per commentare gli itinerari, partecipare alle discussioni sul forum e accedere in anteprima alle parti in costruzione di questo sito, Ŕ necessario iscriversi gratuitamente.
Login

Ho dimenticato la password Registrazione