Registrazione

Sentiero dei Parchi Ovest Milano

Profilo altimetrico

Pendenza media 0.3%, max 5% Dislivello salita 71m, discesa 160m, assoluto 92m

Caratteristiche

Distanza:36.25 km
Tipo:ciclostrada
Fondo:misto
Adatto a bambini: No
Adatto a pattinatori: Non votato
Durata (Km/h): 145 minuti
Questo "sentiero" collega i parchi a ovest di Milano e attraversa: il parco alto milanese il parco del Roccolo e il Parco agricolo Sud Milano.

Il sentiero dei parchi parte o arriva dal (PLIS) parco alto milanese e attraversa il PLIS del Roccolo e il bosco WWF di Vanzago arriva o parte dal Parco Regionale Agricolo Sud Milano fino a Gaggiano.

Da qui è possibile continuare ad andare con la bici o a piedi ancora più verso sud, seguendo un tracciato già segnalato che porta a Zibido San Giacomo. Questo tracciato è a mio modesto avviso interessante perché è un'utile strada che connette il percorso ciclabile sul Naviglio Grande a quello sul canale Villoresi e vice versa. Non solo, congiunge le realtà naturali dalla zona ovest della provincia di Milano come il bosco di Cusago e il fontanile nuovo. E' utile anche per variare gli itinerari per chi percorre le alzaie del Villoresi e del Naviglio Grande, ovvero per chi si muove in bici nel area tra il fiume Olona e il Ticino.

E' inoltre una strada di connessione ai parchi che si sviluppa su strade sterrate e su strade con divieto di accesso per le auto dei non residenti. Ma come ovvio incrocia e percorre strade trafficatissime.

Inoltre, questo sentiero si sviluppa vicino all'area urbana del legnanese, del rhodense, del magentino e del milanese.

E' raggiungibile anche dalle stazioni della ferrovia.

Il mio auspicio è che sia introdotto nel piano territoriale di coordinamento provinciale e nella programmazione della rete ciclabile per il turismo, visto che i paesi toccati dal sentiero sono belli e interessanti.

Ovviamente non si tratta di una alternativa alla mobilità cittadina, ma è sempre un utile sentiero cicloturistico, e se ben gestito può diventare una ulteriore “ciclostrada” utile per il tempo libero.

Ho percorso l'itinerario piu di una volta; a novembre 2007 vi sono ancora problemi per attraversare la ferrovia milano torino (sono in corso i lavori per la costruzione della tav).

buona pedalata

Diego Massalongo
Busto Garolfo (MI)

Itinerario segnalato da più persone; ultima modifica il 24 novembre 12

Sono presenti 9 commenti legati a questo percorso.

Download

Commenti

  • Re: Sentiero dei Parchi Ovest Milano
    Fatto in data 8/11/2014 dal canale villoresi fino a Gaggiano. E' bello, ha superato di gran lunga le aspettative che avevo sul percorso. Immerso nei campi, divertente, vario e lontano dal traffico. Però, come dice knight, sono finito dalle strade di campagna nel bel mezzo della Casciana Robaione, in area privata. Ho dovuto chiedere ai presenti se gentilmente mi aprivano il cancello per uscire e per fortuna non mi hanno preso a male parole, d'obbligo è trovare un'alternativa per aggirare la zona privata. C'è un altro punto dove la traccia non porta a nulla, se non vado errato è dove sul tracciato è indicata la lettera P, ma in questo caso anche Google map indica l'alternativa in modo evidente.

    ilabello
    ilabello, 9 novembre 14
  • Re: Sentiero dei Parchi Ovest Milano
    Prossimo percorso da provare :cool
    Knight, 26 febbraio 12
  • Re: Sentiero dei Parchi Ovest Milano
    Avrei intenzione di provare questo percorso non appena la temperatura sale. Osservando il percorso ho notato che quasi arrivati a Gaggiano bisogna attraversare la Casciana Robaione; mi chiedevo se si possono avere problemi, essendo un'area privata, o se si può attraversare la cascina tranquillamente.

    Grazie.
    cinghia, 13 febbraio 12
  • Re: Sentiero dei Parchi Ovest Milano
    Ieri 25.9.2011 ho tentato di fare questo itinerario con un'amica dotate di buona mappa ma senza GPS.
    Sconsiglio caldamente a tutti di fare questo itinerario senza GPS perchè piste ciclabili e "sentieri" non sono per nulla segnalati; non è zona di ciclisti e se chiedi la strada alle persone del luogo non abituate a pedalare ti spediscono dritto dritto per la via automobilistica più breve quindi su provinciali e stradoni trafficatissimi e pericolosi. La zona è scarsa di cartelli segnaletici e nei paesi che abbiamo attraversato è difficile trovare un solo bar aperto alla domenica tant'è che ci siamo fermate per un panino alla disperata nel bar della stazione di vanzago. Fuori dai parchi la campagna è squallida e mal tenuta; per il resto sono tutte zone industriali con un alto livello di prostituzione diurna. Il cosiddetto "bosco del roccolo" è una schifezza pieno di calcinacci da discarica, materassi, fazzoletti di carta, scarpe e vestiti abbandonati e altri articoli da "spaccio e batoige"; la nostra valutazione negativa su quest'area ci è stata pienamente confermata dai ragazzi dell'oasi WWF di Vanzago. L'oasi WWF di per se è carina ma purtroppo si puo visitare solo ad orari prefissati con visita guidata (alle 10.00 e alle 15.00) quindi se uno ha dei tempi da rispettare (tipo orari dei treni) difficilmente riesce a fare la visita guidata. Quindi per concludere: date le innumerevoli esperienze positive sugli itinerari segnalati da questo sito sono certa che anche questo sia bello ma solo se svolto nel modo corretto con il GPS. In mancanza di GPS diventa un vuoto girovagare in paesi dormitorio e campagne davvero brutte e maltenute (cosa che invece non avviene nella zona sud di Milano). Grazie comunque di cuore a tutti coloro che lavorano per questo PREZIOSISSIMO sito :cool Anna
    annetta, 26 settembre 11
  • Re: Sentiero dei Parchi Ovest Milano
    Dimenticavo, per quelli che di voi sono su facebook ho messo lì le foto che ho scattato.

    Nei limiti delle mie (in)capacità fotografiche e della macchinetta secondo me danno un'idea di come sia carino il percorso

    http://www.facebook.com/album.php?aid=2 ... 299&ref=mf
    GianniRubagotti, 26 agosto 10
  • Re: Sentiero dei Parchi Ovest Milano
    Ieri ho fatto un pezzo partendo dalla stazione di Vanzago e gironzolando fra Oasi WWF e Parco della Roccolo e confermo che è molto bella come zona.

    Consiglio a chi parte dalla stazione di lasciare la macchina in via Pregnana ma poi di risalire, fare il sotto passaggio di via Gattinoni e poi lì incrociare la via Ferrario (che parte attaccata alla ferrovia anche se non la attraversa).

    Tenete anche presente che i negozi a Vanzago hanno lo strano orario mattina fino all'una e poi riaprono alle 6 del pomeriggio...se volete una bibita fresca regolatevi.

    La via Ferrario porta fino a Mantegazza (frazione di Vanzago) passando vicino al cimitero e con piste ciclabili intermittenti un po' a destra e un po' a sinistra

    Volevo far notare che se si vuole invece di fare via Ferrario fino a Mantegazza si può entrare un po' (poco dopo il cimitero cercando un po' nelle vie) nell'oasi del WWF e farsi un sentiero (che parte a sinistra della sede WWF) che porta sempre a Cascina Gabrina, quella che credo si incontri per girare nella via Cascina San Giuseppe come da percorso.

    In realtà io non ho girato per andare in quella via (non mi è chiaro dove farlo) ma arrivato a Cascina Gabrina ho continuato per Cascina Bosco e andando oltre si ha sulla sinistra un paio di villette che sono la (ex-)Cascina San Giuseppe.

    Da lì si vede vicino a sinistra la via Cascina San Giuseppe e guardando dritto la via San Carlo (non mi sembra ci siano indicazioni che lo sia).

    Tenete presente che a quel punto si è ad Arluno.

    Lì mi sono perso, sono passato dalla Cascina Poglianasca ma non ho visto la pista ciclabile che iniziava, il navigatore mi diceva di andare a sud per via Volturno (sbagliando, vedo ora dalla cartina che, come pensavo, dovevo andare a Nord).

    Io ho girato in strada Signù che in realtà è Via del Signù e dopo un poco sulla destra è iniziato un sentiero che porta al Bosco di Arluno.

    O meglio porterebbe perché ho seguito le indicazioni e a un certo punto si divideva senza dire da quale parte fosse il bosco e seguendo uno dei 2 sentieri sono arrivato a una zona con panchine e fontanella dove c'era un cartello che per il bosco di Arluno mi faceva tornare indietro.
    GianniRubagotti, 26 agosto 10
  • Re: Sentiero dei Parchi Ovest Milano
    Segnalo che il problema da me rilevato al mio commento 2 Punto q) precedente, è risolvibile utilizzando l'itinerario Bareggio - Cusago: le cave. Si passa in terreni e aree private, per cui chiedere il permesso prima!
    pedalgronda, 12 marzo 09
  • Re: Sentiero dei Parchi Ovest Milano
    Davvero bello.
    Oggi ho percorso in compagnia questo itinerario in direzione opposta a quella segnalata da Diego, ossia partendo da Gaggiano e arrivando fino a (quasi) Ravello.
    Il percorso è davvero bello sia perchè passa in insospettabili sentieri agricoli più o meno nascosti, che in strade asfaltate (quasi mai troppo pericolose). Mi complimento con Diego perchè l'individuazione di un così tortuoso sentiero denota una davvero approfondita conoscenza di un territorio piuttosto vasto. :cool
    Ma il mio grande complimento va anche ad Alberto in quanto per percorrere l'itinerario ho sfruttato la "nuova" possibilità di scaricare il tracciato per il mio gps: tutto ha funzionato alla grande in quanto il tracciato disegnato da Diego è davvero preciso.
    In effetti un pregio ma anche un problema di questo tracciato, a mio modesto parere, è proprio la tortuosità del percorso: se non avessimo avuto il gps ci saremmo persi mille volte, invece è andato tutto liscio. E' su tracciati come questi (piuttosto che su una lunga e dritta ciclabile tipo quella del Naviglio Grande) che si apprezza questa nuova possibilità offerta da Piste-ciclabili.com.

    In ogni caso vorrei segnalare 2 difficoltà/novità che abbiamo incontrato:
    1) PUNTI L)-K): Diego giustamente rileva i "problemi" per attraversare l'autostrada Mi-TO e i lavori della TAV: La linea tra i 2 punti L-K passa in un sottopassaggio vietato alle biciclette: il mio consiglio è (arrivando da Bareggio quindi da Sud) di svoltare a destra su ciclabile protetta, in direzione "Via Cascina Duomo": lì è ben visibile un nuovissimo ponte ciclopedonale( anzi è ancora in costruzione ma noi oggi ci siam passati sopra lo stesso :asd ) che, superata la MI-To passa sotto la TAV: attualmente c'è ancora il cantiere con le ruspe ma si passa.
    2) PUNTO Q): Qui abbiamo avuto un grosso problema in quanto in corrispondenza di tale punto la strada segnalata (che provenivamo all'incontrario) risultava chiusa da un cancello con lucchetti: abbiamo provato a guardare una strada alternativa prima e dopo questo punto senza successo, alla fine siam dovuti arrivare fino a Cusago e risalire per "Via Bareggio", una specie di provinciale piuttosto trafficata e pericolosa: a Bareggio ci siamo ricollegati al tracciato di Diego lungo il canale scolmatore (qui si incrocia l'itinerario Milano Cassinetta di Lugagnano.

    Insomma un itinerario davvero bello, ben segnalato dall'autore e per il quale consiglio l'uso di una buonissima mappa o di un GPS, a meno che conosciate bene la zona. Grandi!
    pedalgronda, 11 maggio 08
Scrivi commento | Regolamento