Registrazione

Pisa - Lucca (anello)

Profilo altimetrico

Pendenza media 0.1%, max 10% Dislivello salita 276m, discesa 276m, assoluto 51m

Caratteristiche

Distanza:57.7 km
Tipo:strada
Fondo:misto
Adatto a bambini: Non votato
Adatto a pattinatori: Non votato
Durata (Km/h): 231 minuti
Tragitto molto "cicloturistico" che attraversa la provincia pisana per poi giungere innanzi alle mura di Lucca.

Il tracciato non richiede una grossa preparazione, ma è bene tenere conto che per i meno esperti i quasi 60 km da percorrere potrebbero essere un pò duri.

Consiglio di farlo in Mtb poichè, anche se per circa l'85% del percorso è su strada ci sono dei tratti di sterrato poco adatti alla bici da corsa. Il problema per gli amanti della bici da corsa è comunque risolvibile, infatti, seguendo lo stesso tracciato è possibile fare delle deviazioni su tratti stradali.

Rinunciare però al tracciato di sterrato che corre lungo l'acquedotto che da Guamo giunge fino a Lucca, vuol dire rinunciare a uno dei tratti più affascinanti che da solo vale il prezzo del biglietto. Tra i punti di interesse ho aggiunto qualche cenno storico legato ai vari paesi e frazioni che vengono attraversati.

Unica considerazione da fare riguarda il passaggio a livello che si incontra dopo Montuolo proseguendo in direzione di pisa: purtroppo non è infatti raro dover aspettare anche mezz'ora prima che si riapra. Anche per questo però vi è una soluzione, pochi metri prima del passaggio a livello sulla destra inizia un percorso sterrato che segue le rive del fiume Serchio, non aggiungo altro perchè non avendolo ancora testato rischierei di non essere molto preciso. Per quanto riguarda il tempo necessario per compiere il tragitto, posso dire che mantenedo una velocità media di 20 km/h io ho impiegato 3 ore.

Vi consiglio di portarvi la macchina fotografica, alcuni tratti infatti meritano molto. Non mi resta che augurare a tutti, una BUONA PEDALATA!
-------------------------------------------------
Dopo aver letto qualche commento a questo itinerario, mi permetto di aggiungere 2 notizie:
1- il tratto sterrato che consente di evitare il passaggio a livello dopo Montuolo (in realtà è in località Cerasomma) è abbastanza buono, quasi come l'asfalto, si tratta di una parte della ciclabile di Puccini che sbuca presso la stazione di Ripafratta (dove però c'è un'altro passaggio a livello con caratteristiche simili e sono comunque rare le soste superiori ai 5 minuti)
2- se si vuole evitare di salire bici in spalla il ponte pedonale sull'autostrada è possibile (dopo la località di Verciano) all'incrocio con Via Sorbano del Giudice prendere quest'ultima girando a sinistra e lasciando l'acquedotto circa a metà della sua lungezza, quindi in prossimità del polo fieristico girare di nuovo a sinistra in Via di Vitricaia e percorrerla tutta fino a Viale San Concordio, a questo punto girare a destra e seguire la ciclabile (così si evita il cavalcavia sull'autostrada, dove alcuni nostri amici hanno rischiato di essere investiti) lungo questo Viale e attraversare la ferrovia utlizzando il sottopasso ciclabile per raggiungere la ciclopedonale che costeggia le mura sul marciapiedi lungo il Viale della Circonvallazione di Lucca (in questo punto: Viale Giosuè Carducci) poi proseguire lungo l'itinerario segnalato.
p000gna

Itinerario segnalato da più persone; ultima modifica il 15 marzo 14

Sono presenti 4 commenti legati a questo percorso.

Download

Commenti

  • Re: Pisa - Lucca - Pisa
    Molto è stato detto circa questo itinerario, sia nella descrizione che nei commenti, una cosa resta però da aggiungere: l'itinerario non passa per Pisa anche se non è molto distante e la partenza da Caprona non agevola certo chi deve partire per forza Pisa perché non essendo pervenuto colà con macchina attrezzata di portabici o camper deve raggiungere quel punto dalla stazione ferroviaria o da un noleggio bici in Pisa.
    Per questo voglio suggerire due percorsi che consentono di raggiugere questo itinerario partendo da Pisa, si tratta di : http://www.piste-ciclabili.com/itinerar ... %20Cascina e http://www.piste-ciclabili.com/itinerar ... no%20Terme .
    Il primo è un percorso sterrato lungo l'argine destro del fiume Arno che verso metà della sua lunghezza raggiunge il ponte di Caprona da cui poi è agevole immettersi su questo percorso, il secondo invece consente di raggiungere questo itinerario a San Giuliano Terme partendo dalla periferia Nord Est di Pisa.
    Altra annotazione: il traffico nel sottomonte pisano tra San Giuliano e Calci ed ancor più tra Caprona e Vicopisano è piuttosto sostenuto.
    Ciao,
    Giovanni
    p000gna, 20 gennaio 16
  • Re: Pisa - Lucca - Pisa
    E chi l'ha detto che in bici da corsa non si possano fare tratti di strada sterrati?
    Avete mai visto o sentito parlare delle Strade Bianche o dell' Eroica?
    Lo sterrato lungo l'acquedotto del Nottolini non è poi così improponibile alle bici da corsa, certo c'è da farsi a piedi la scaletta del soprapasso dell'autostrada, da usare un pò di cautela e premunirsi con eventuali ricambi per le forature, ma se temete tutto ciò perchè andare in bici? per cambiare una camera d'aria forata o rattopparla non occorre il meccanico: basta un pò di buona volontà! se così non fosse quante volte sarei dovuto tornare casa con l'autostop (ammesso che fossi stato fortunato da trovare un passaggio in macchina con le strade semideserte che percorro di solito),
    Chi ha paura non vada alla guerra!
    Altra cosa da dire è che il percorso non è proprio piatto piatto come appare sul profilo altimetrico del percorso, anche se si tratta di roba di scarsissima rilevanza (il percorso è tutto compreso fra i 10 m. di Caprona ed i circa 50 che si raggiungono in prossimità di Colle di Compito, ma con pendenze dell' 2-3%).
    p000gna, 25 marzo 13
  • Re: Pisa - Lucca - Pisa
    Ciao!

    grazie per il percorso che in parte abbiamo seguito la socrsa settimana, molto bello!
    Segnalo un punto che ci ha dato qualche difficoltà e che forse può essere utilile a qualcuno.
    Il bellissimo acquedotto di Guamo viene interrotto bruscamente dall'autostrada A11, vi è una passerella pedonale con scale che permette di passare sospra l'autostrada, ma è difficilmente affrotnabili per cicloturisti che viaggiano con bagagli o per cliclisti disabili con bicicletta a braccia. Siamo dovuti tornare indietro e rendere il vicino cavalcavia più a est (via ) che però è ben più pericoloso (una macchina che guidava in modo incoscente e pericoloso mi ha fatto rischiare non poco).

    Silvia
    Smarcuz, 28 agosto 12
Scrivi commento | Regolamento