Registrazione

Medio Judrio, Lig (anello)

Profilo altimetrico

Pendenza media 2.3%, max 28% Dislivello salita 1810m, discesa 1809m, assoluto 466m

Caratteristiche

Distanza:20.47 km
Tipo:strada
Fondo:misto
Adatto a bambini: No
Adatto a pattinatori: No
Durata (Km/h): 82 minuti
Un anello di media difficoltÓ tra Slovenia ed Italia.

Le difficoltÓ consistono sostanzialmente nella salita a Lig (circa 450 metri) e nella discesa da Kambresko a ponte Clinac che si svolge su strada sconnessa.
Il primo tratto Ŕ in comune con l'itinerario del basso Judrio e dunque i 2 percorsi sono concatenabili tra loro.

Partenza dalla dismessa stazione di confine di Mulino Vecchio.
Passato il confine si inizia subito a salire. Lasciamo a sinistra la chiesa di San Kancijan seguendo le indicazioni per Lig.

La salita costante ma mai troppo ripida ci fa passare per le case di Strmec, Lovisce e ci porta fino al paesino di Lig dominato dal santuario mariano di Marijino Celje (Maria Zell).

Per salire al santuario dal paese proseguire a destra (sud) fino all'incrocio con le indicazioni per il santuario. La salita per Maria Zell Ŕ breve ma ripida: meglio farla a piedi per godersi appieno il panorama.

Aggiriamo la chiesa sulla destra. Scendiamo una breve scalinata e prendiamo una traccia di carrareccia a fondo naturale che segue lungamente la dorsale del Vrh tra prati molto curati. Magnifico il panorama verso il monte Nero ed il Matajur.

Passata una casa isolata ritorniamo ora su strada asfaltata e procediamo in discesa nel bosco in direzione nord est verso Kambresko. Sulla carta della Tabacco n.41 questa strada Ŕ indicata come a fondo naturale (perlomeno nella edizione in mio possesso) in realtÓ il percorso Ŕ asfaltato fino a Kambresko.

A Kambresko prendiamo ora la strada a fondo naturale sulla sinistra che scende fino allo Judrio presso ponte Clinac da dove rientriamo in Italia. Questo tratto di strada Ŕ piuttosto sconnesso e richiede di essere percorso con una bici robusta (meglio se una mountain bike). Con una bici rigida si scende ma con prudenza, meglio andare piano. Con una "front" si scende bene, con una "full" ci si diverte anche...

Da ponte Clinac a Melina la strada non Ŕ asfaltata ma la moderata pendenza in discesa la rende pi¨ "tranquilla" rispetto a quella in discesa da Kambresko. In passato anche questo tratto era asfaltato (come riportato dalla carta Tabacco) ma ora di asfalto non rimangono che alcune tracce. Da Melina a Mulino vecchio invece l'asfalto c'Ŕ e questo ci consente di ritornare al punto di partenza di Mulino Vecchio in pochi minuti.


Itinerario segnalato da borgofumo il 21 aprile 11

Download

Video

Commenti

Se conosci questo itinerario e vuoi lasciare il tuo parere o informazioni utili, lascia un commento
Per commentare gli itinerari, partecipare alle discussioni sul forum e accedere in anteprima alle parti in costruzione di questo sito, Ŕ necessario iscriversi gratuitamente.
Login

Ho dimenticato la password Registrazione