Tra carso e mare sterrato per MTB

Mappa

Pendenza media 0.5%, max 5% Dislivello salita 398m, discesa 308m, assoluto 89m

Caratteristiche

Sicurezza

Tipologia percorso: sentiero 🚶
Adatto a bambini: No

Lunghezza

Distanza:19.3 km
Durata: 1.3 ore a Km/h

Fondo stradale

Pavimentazione:misto
Adatto a pattinatori: No

Tipi di bicicletta

Mountain Bike, Gravel, Cicloturismo, Bici da città

Descrizione

Da Opicina ad Aurisina e rientro per il carso interno da Slivia passando per Sales e Rupinpiccolo.

Panoramicissimo nella prima parte del percorso (quasi interamente con vista sul Golfo di Trieste) indicato particolarmente nei periodi autunno-primavera (anche nelle giornate di Bora la prima parte del percorso fino Aurisina è riparata) sconsigliato in etate per il caldo.

Partendo dall'abitato di Opicina nei pressi della stazione dei VVFF si imbocca la strada pedonale che porta al Santuario di Monte Grisa. Dopo qualche centinaio di metri si abbandona la strada asfaltata per il sentiero a sinistra che porta sul cilione carsico.

Da qui un sentiero di pietrisco conduce all'abitato di Prosecco.
(Interessante la landa carsic a che si attraversa con una discesa piuttosto divertente (attenzione all'incrocio con la strada pedonale a 50 metri circa dall'inizio della discesa RALLENTRE. Attraversato l'abitato di Prosecco si prende in corrispondenza del Monumento ai Caduti il sentiero natura per Santa Croce. Attenzione a prendere il bivio a destra dopo circa 2 km che porta sul mare. Da qui una splendida discesa molto appagante con vista sul golfo, la pianura friulane e l'Istria, conduce alla strada asfaltata che dalla strada Costiera va a S. Croce, si imbocca la salita su strada fino alle prime case poi si gira a sinistra in discesa fino ad imboccare il sentiero della Salvia sulla destra (circa 1 km in discesa).

Imboccato il sent. della Salvia lo si percorre fino ad Aurisina quindi si prosegue per strada asfaltata fino a Slivia da qui al termine della salita in centro paese si imbocca la carrareccia per S Pelaggio da qui dopo aver attraversato le vigne di Vitoska e Teran si prosegue per sentiero passando a fianco della Grotta Azzurra (con una pila è possibile visitarla. E' un'interessante cavità carsica composta da una galleria percorribile a piedi).

Attenzione all'uscita del sentiero su strada. Da qui è possibile rientrare per asfalto o continuare in sentiero imboccando a Coludrozza il sentiero che sale verso il M.te Lanaro (sentiero ciclabile all'80%).

Itinerario segnalato da mtbjure il 20 agosto 12

Modifica NEW

Download

Scarica il tracciato gps in uno dei seguenti formati:

Scarica il tracciato sul tuo smartphone in uno dei seguenti formati:

Recensioni e Commenti

Se conosci questo itinerario e vuoi lasciare il tuo parere o informazioni utili, lascia un commento

Per commentare gli itinerari, partecipare alle discussioni sul forum e accedere in anteprima alle parti in costruzione di questo sito, è necessario iscriversi gratuitamente.