Registrazione

Padule di Fucecchio: giro allargato con partenza e arrivo a Pescia

Profilo altimetrico

Pendenza media 0.1%, max 25% Dislivello salita 260m, discesa 260m, assoluto 50m

Caratteristiche

Distanza:54.4 km
Tipo:ciclostrada
Fondo:misto
Adatto a bambini: No
Adatto a pattinatori: No
Durata (Km/h): 218 minuti
Il percorso riprende altri percorsi esclusivamente ciclabili per altro già presenti sulla guida, li integra con parti stadali e li completa per quanto riguarda l'aspetto paesaggistico facendone un anello reso più interessante dalla varietà del paesaggio pur presentando un tratto di strada (da Stabbia a Castelmartini) con un traffico veicolare abbastanza elevato.

I percorsi inglobati in toto od in parte in questo anello sono:
A) Pescia - Chiesanuova - Anchione: Lungo il Pescia
B) Padule di Fucecchio
C) Padule Di Fucecchio: giro Semplice

Si parte da Pescia dalla passerella pedonale nei pressi delle scuole elementari "Simonetti" per scendere sul greto del torrente e seguirne il sentiero lungo l'argine della riva sinistra seguendo il flusso delle acque.

Durante il percorso lungo li fiume si incontrano diversi ponti la maggior parte dei quali non viene attraversato ma sottopassato; inoltre in questa parte del percorso è possibile notare come l'aspetto del fiume cambi man mano che se ne discende il percorso, da rapido e sassoso si fa via via più tranquillo e più stretto fino ad assumere l'aspetto di un grosso fosso che al termine del percorso s'impaluda nel Padule di Fucecchio insieme ad altri corsi d'acqua minori presenti nella zona.

Giunti nei pressi dell'abitato di Ponte Buggianese si lascia l'argine del fiume per riprenderlo dopo aver percorso un breve tratto fra le vie del paese ed aver attraversato la strada provinciale; da qui il percorso riprende lungo l'argine fino al ponte del Pallini (ultimo ponte sul Pescia prima del suo impaludamento), si attraversa il ponte e si prosegue fino all'incrocio con Via del Capannone ove si gira a sinistra in direzione della palude. Giunti alla fine della strada asfaltata (si è oramai in "Padule") si gira a destra per una strada sterrata che durante i periodi piovosi sembra costeggiare un lago e si prosegue attraversando parte della palude fino a raggiungere una strada asfaltata (Via Salanova Massarella) ove si svolta a sinistra.

Dopo un breve tratto ai piedi della collinetta che costeggia la palude con una curva sulla destra inizia la salita a Massarella (unico punto duro, per altro breve, del percorso) giunti ad una villa con bivio sulla sinistra, la strada spiana e continua verso lo spartiacque fino a raggiungere la Via Provinciale 111 su cui ci innestiamo girando a sinistra.

Questa è una strada di crinale con qualche saliscendi e un pò più di traffico che ci porta all'abitato di Massarella, in questo tratto ogni tanto fra gli alberi e le case lungo la strada si hanno scorci panoramici sulla palude specie sul lato sinistro.

Attraversata Massarella inizia la discesa su Stabbia e qui si ha il miglior panorama sul Padule di Fucecchio con viste sia sul lato sinistro che sul lato destro della collina che lo sovrasta. Al termine della discesa si passa il ponte sul canale Maestro e si prosegue in piano verso Stabbia fino ad innestarci sulla Strada Statale Francesca ove troveremo un pò di traffico. Giunti qui, si svolta a sinistra e si prosegue su questa strada con leggeri saliscendi in direzione di Monsummano fino all'incrocio con Via Castelmartini, si svolta a sinistra e la si imbocca in direzione delle Morette lasciando la statale ed il traffico; superato il centro di ricerca e le poste girare a sinistra, quindi prendere la prima a destra, poi la seconda a sinistra ed ancora la seconda a destra.

Proseguire fino al termine della strada e poi svoltare a sinistra e quindi imboccare la prima a destra e proseguire fino in fondo ove si sbuca su strada asfaltata (Via Porrione del Tez) e si ritrova un pò di traffico. Girare a sinistra, quindi a fine strada girare ancora a sinistra, proseguire sulla strada principale poi girare a destra in Via Albinatico, a fine via girare a sinistra in Via Fattoria in direzione di Ponte Buggianese, giunti alle porte del paese girare a sinistra in via Rossini e percorrerla fino all'incrocio con Via Boito, qui girare ancora a sinistra e proseguire fino alla Via Provinciale: girare a destra e continuare fino a a Via Mameli girare a sinistra imboccando via Mameli e a fine via girare a destra in Via Stignanese proseguire su Via Stignanese fino all'incrocio con Via Camporcioni (attenzione all'attraversamento) e proseguire ancora su Via Stignanese fin oltre il cavalcavia dell'autostrada, passato questo girare quasi subito a sinistra in Via Forre Nera e restare su questa via fino all'innesto su Via Livornese di Sopra, qui girare a destra in Via Livornese e proseguire fino a Molin Nuovo girare a sinistra, poi subito a destra e di nuovo subito a sinistra in Via dei Fabbri. Proseguire su questa via e attraversare l'abitato di Forone al termine della via proseguire girando a destra su Via Aldo Moro in direzione di Torricchio, appena iniziata la salita (nei pressi del cimitero) girare a sinistra e dopo poche decine di metri a destra su Via Amendola in direzione di Pescia.

Proseguire su Via Amendola fino alla fine e qui girare a sinistra su Via Francesca Vecchia in leggera discesa in direzione Alberghi. Giunti al Molinaccio girare a destra in Via Parri e percorrerla tutta fino alla rotonda sulla Via Lucchese (ad alto traffico), proseguire sulla Via lucchese a sinistra in direzione Pescia.

Dopo circa 1 Km, giunti alle porte di Pescia girare a sinistra in Via del Ponte dei Marchi e poi dopo meno di 100 m. girare a destra in Via degli Orti fino ad incrociare Viale Europa,all'altezza delle Poste, girare a sinistra in Viale Europa e dopo circa 100 m. girare adestra, peima del ponte,in Viale Papa Giovanni XXIII, dopo circa 300 m si è arrivati al punto di partenza.

N.B. Questo percorso (almeno per quanto riguarda la prima parte (lungo l'argine del fiume) non è adatto alle bici da corsa, ma per il percorso dissestato richiede una MBT o quanto meno una bici da trekking con gomme larghe e ben gonfie!

Itinerario segnalato da p000gna il 6 gennaio 16

Sono presenti 3 commenti legati a questo percorso.

Download

Commenti

  • Re: Giro allargato del Padule di Fucecchio partenza ed arrivo a
    Il tratto che va da Pescia a Ponte Buggianese, lungo l'argine del Pescia a primavera inoltrata è frequentemente invaso da rigogliosissima erba alta che rende difficoltoso il transito in quel periodo, inoltre lo stesso tratto sottopone il ns. fondoschiena (e non solo) a numerosissime vibrazioni dovute al fondo in terra e sassi dell'argine. Per il resto il tratto si svolge su strada asfaltata tranne il pezzo nel Padule fra il Ponte del Pallini e Via Salanova Masserella, che è su strada bianca.
    p000gna, 19 novembre 14
  • Re: Giro allargato del Padule di Fucecchio partenza ed arrivo a

    Ecco alcune immagini.
    Il percorso è generalmente su un tracciato con traffico scarso eccezion fatta per il tratto della Via Francesca che va da Stabbia a Castelmartini (Via delle Morette) e presenta una sola salita impegnativa lunga poco più di 500 m. in via Salanova Massarella, per il resto del percorso non vi sono altre difficoltà.
    p000gna, 27 ottobre 13
Scrivi commento | Regolamento