Registrazione

Alle sorgenti del Serra (le polle)

Profilo altimetrico

Pendenza media 7.7%, max 28% Dislivello salita 683m, discesa 156m, assoluto 529m

Caratteristiche

Distanza:6.9 km
Tipo:strada
Fondo:asfalto
Adatto a bambini: No
Adatto a pattinatori: No
Durata (Km/h): 28 minuti
Breve percorso con salita da Seravezza alle sorgenti del Serra (uno dei due torrenti, l'altro è il Vezza che confluendo a Seravezza -di qui il nome- danno vita a Fiume Versilia).

Questo luogo ameno è meta durante la stagione più calda ed afosa di coloro che vogliono farsi un bagno freddissimo alla "polla" o a Malbacco.
Le sorgenti del Serra sono 5, la prima si raggiunge facilmente, per l'ultima (quella più in alto è necessario disporre di un rampichino e buone gambe).
Percorso molto bello, sempre con lo sfondo del monte Altissimo ed in basso il greto del torrente Serra con i suoi ciotoli di marmo bianco. La strada comincia a salire quasi subito ma poi dà fiato: ogni tanto una rampa un pò più dura seguita da un tratto assai più facile,si attraversano le frazioni di Riomagno e Malbacco (all'uscita dal paese un cartello sulla destra recita: "Non sporcate questa valle bellissima") sempre in salita ben pedalabile fino alla prima polla, qui (al cartello: strada riservata ai mezzi che traspotano materiale di cava) la salita comncia a farsi più dura, ma si procede abbastanza bene fino alla seconda polla, da lì in poi diventa un calvario con rampe prossime al 25% interrotte ogni tanto da brevi tratti un pò più dolci fino ad arrivare all'ultima polla con un breve tratto di strada sterrata che per i primi 50 m discende un pò prima di risalire (ma questo tratto, sempre invaso da erba e pruni) bisogna farlo a piedi.

Itinerario segnalato da p000gna il 16 agosto 14

Sono presenti 2 commenti legati a questo percorso.

Download

Commenti

  • Re: Alle sorgenti del Serra
    La salita è faticosa, a tratti proibitiva, ma vale la pena di esser fatta. come alternativa un percorso più agevole è quello che parte da Ruosina verso Basati ed Azzano e che poi ritorna verso Seravezza: parte di quest'ultimo tratto ricalca il percorso proposto in origine; ma non lasciatevi ingannare anche la discesa è piuttosto difficile: basti pensare che anche a freni tirati il contachilometri segnava i 25 Km/h. Il percorso è comunque molto bello anche se in discesa manca la visione del Monte Altissimo.
    p000gna, 22 aprile 14
Scrivi commento | Regolamento