Registrazione

Pontasserchio - Viareggio

Profilo altimetrico

Pendenza media 0%, max 2% Dislivello salita 30m, discesa 30m, assoluto 8m

Caratteristiche

Distanza:25.4 km
Tipo:ciclopedonale
Fondo:terra
Adatto a bambini: Si
Adatto a pattinatori: Non votato
Durata (Km/h): 102 minuti
Si parte da Pontasserchio (PI) seguendo la riva destra del fiume Serchio lungo pista ciclabile: il fondo è in terra battuta ed in buono stato, i Monti Pisani sono alle nostre spalle mentre in lontananza si stagliano le Alpi Apuane.

Dopo circa 6 Km si incrocia la SS1 Aurelia a Migliarino Pisano; qui la pista termina per un breve tratto, ma noi ci dirigiamo alla nostra destra verso il semaforo, attraversiamo la strada dirigendoci verso il sottopasso della ferrovia, subito dopo si gira a sinistra e si riprende la ciclabile sempre seguendo sempre il corso del fiume.

Siamo nel parco di Migliarino - San Rossore. Da qui si prosegue, sempre su ciclabile, per altri 8 Km circa. Alla nostra destra vedremo anche un allevamento dove credo vengano allenati alcuni dei cavalli che corrono all'ippodromo di San Rossore che è nei pressi.

Si prosegue per un buon tratto tra campi coltivati fino a che la pista si interrompe in prossimità di una recinzione, qui prendiamo alla nostra destra un viottolo che corre tra i campi e che ci porta sulla strada asfaltata che collega Migliarino a Marina di Vecchiano. Sono pochi Km, circa 2, ma non si può fare a meno di percorrerla, è piuttosto stretta e nei giorni festivi anche frequentata.

Si giunge in prossimità di uno spartitraffico, si oltrepassa e poco dopo ritroviamo la pista in terra battuta. In questo breve tratto possiamo incontrare anche mezzi a motore (solo 2 ruote) perché siamo in prossimità della foce del Serchio, ci sono diversi ormeggi e attraverso questo tratto di pista promiscua i proprietari raggiungono le loro imbarcazioni. Una volta arrivati sul mare il fondo cambia leggermente, è in sabbia battuta e in pochissimi punti si può affondare con le ruote, ma comunque rimane molto scorrevole.

Ora non dobbiamo fare altro che pedalare seguendo il lungomare e raggiungere Viareggio che dista ormai non più di 10 Km. Una volta raggiunta la meta i più allenati potranno proseguire visto che la pista ciclabile prosegue sul lungomare raggiungendo nell’ordine Lido di Camaiore, Forte dei Marmi e Marina di Carrara.

Buona pedalata!

Itinerario segnalato da Roberto.C il 29 aprile 08

Sono presenti 3 commenti legati a questo percorso.

Download

Commenti

  • Re: Pontasserchio - Viareggio
    Aggiorno al 22/10/2017
    La traccia caricata su Osmand mi restituisce un'errore di qualche decina di metri e si ostina a farmi passare sulla riva sinistra, forse sbaglio io o c'è qualche settaggio per compensare l'errore.
    Non gli ho dato retta e ho seguito le indicazioni scritte da Mike sulla riva dx.
    Bel percorso, tranquillo con bei panorami, lontano dai rumori.
    Da Pontasserchio siamo arrivati fino alla foce e ritorno (il tratto lungomare era quasi improponibile causa forte libecciata in corso)
    Bello il tratto che costeggia l'area addestramento cavalli al trotto
    Facile incontrare aironi e rapaci.
    In caso di forte vento si può percorrere per molti tratti la strada subito sotto l'argine, più riparata.
    astuziadelmago, 23 ottobre 17
  • Re: Pontasserchio - Viareggio
    Abbiamo percorso di recente, il 24/04, parte dell'itinerario in senso contrario cioè partendo da viareggio arrivando a migliarino. l'impressione è stata ottima sia da un punto di vista paesaggistico che ludico, qualcuno può abbinare anche qualche sosta in spiaggia. ci ha lasciato perplessi la parte che costeggia la foce del serchio sino alla strada asfaltata, in quanto vi è uno stato di abbandono totale, anche se giustificato dal sequestro dei capanni in riva al serchio da parte dell'autorità giudiziaria, in questo punto attraversando un piccolo ponte di legno si passa dalla parte opposta del canale che costreggia la strada sterrata aperta al traffico veicolare. Riteniamo che il tragitto non sia indicato ai bambini poichè oltre alla strada sterrata in più di una occasione si deve, in prossimità delle marine, percorrere tratti di strada asfaltata di ridotte dimensioni ed intensamente trafficata. Per il resto si attraversa un ambiente che ci riporta ai tempi in cui la spiaggia e il primo entroterra erano ancora vergini. Speriamo che il parco non venga ridimensionato come si legge ultimamente sui giornali della lucchesia. Il percorso per la parte che costeggia il litorale può essere percorso a piedi, quindi attenti perchè si trovano molti camminatori. A tutti buon cammino
    francesco 1960, 3 giugno 09
Scrivi commento | Regolamento