Iscriviti

Barcis: lungolago e vecchia strada per Molassa

Profilo altimetrico

Pendenza media 1%, max 18% Dislivello salita 151m, discesa 161m, assoluto 73m

Caratteristiche

Tipo:ciclopedonale
Fondo:asfalto
Distanza:7.02 km
Durata (Km/h): 28 minuti
Adatto a bambini: No
Adatto a pattinatori: Si

Download

:
Giro del lago di Barcis, con partenza da Ponte Antoi, passaggio sotto il centro cittadino in ciclabile/ciclopedonale dedicata, attraversamento del lago per il ponte al termine del paese (ponte assai stretto ma comunque anche carrozzabile) e attraversamento dell'altra riviera in strada a bassissimo traffico (quasi inesistente...).

Arrivati in percorso ad anello al punto di partenza si puo' fare una breve deviazione per la vecchia strada (capolavoro di ingegneria, scavata nella roccia) che e' stata riaperta a pedoni e cicloturisti fino alla localita' Molassa ( qui si possono ammirare i canyon sul cellina, davvero mozzafiato).

La parte seguente (fino a Montereale) forse sara' riaperta negli anni a venire.

Il percorso nella riviera lungo lago opposta al paese presenta qualche sliscendi, quindi e' consigliata una biciletta dotata di cambio.

Itinerario segnalato da Anonimo il 30 giugno 08

Commenti (5)

  • Re: Barcis: lungolago e vecchia strada per Molassa

    Da non fare di domenica. Fatto salitina fino all'agriturismo Pian dei Tass per una birretta e relativa piacevolissima discesa, lungo lago, mulattiera del Dint fino a Molassa, e spettacolare canyon del Cellina (a pagamento, circa 3 euro). Il contesto è vario e molto gradevole, qualche salita non eccessivamente impegnativa, panorami bellissimi. Consigliato.
    Nisha, 12 settembre 16
  • Re: Barcis: lungolago e vecchia strada per Molassa

    L'ho fatta partendo da Andreis, però mi sono portato sino alla diga del Vajont. Al ritorno incuriosito da una strada che si stacca alla dx poco prima di Casso, l'ho presa. Nel percorrerla mi sono accorto che stavo sulla frana, si proprio sulla frana del Monte Toc, è li che stavo pedalando e non capivo. Sono arrivato a Pineda (quattro case) e li sono tornato indietro, con la considerazione che ora stavo percorrendo una vecchia strada e che quindi la strada sulla frana è stata costruita per sostituire una vecchia. Ritornando al bivio per Erto, Cimolais e........, ho studiato la cartina e questa strada dovrebbe terminare a S. Martino, ma è interrotta per un breve tratto in prossimità dell'innesto con la provinciale, pezzo da me visto al ritorno nell'attaccare la salita (?) per Passo sant'Osvaldo. Per cui chiedo a chi conosce bene la zona, primo se è fattibile tutta la strada, che tipo di interruzione c'è, se è superabile, anche con la bici in spalla, ed un po la storia della stessa.
    NONNOCICLISTA, 16 settembre 10
  • Re: Barcis: lungolago e vecchia strada per Molassa

    Beh, già che sei arrivato alla Molassa, converrebbe ritornare indietro fino al bivio nei pressi della vecchia osteria (250m circa) e proseguire per la strada verso Andreis.Circa 1km dopo il bivio, in località Prapiero, prendere la strada a sx che porta ad Alcheda (m 546, poco meno di 150 m di dislivello dalla strada principale) e proseguire in una suggestiva discesa (km 1.5 circa) verso Andreis (oggi ha forse 300 abitanti, mentre ne aveva quasi 1800 nel 1911).
    Infine ritornare al ponte della Molassa e a Barcis. E' un anello doppio, ma ne vale la pena.Ciao :ciao
    brisiach, 14 novembre 09
  • Re: Barcis: lungolago e vecchia strada per Molassa

    Il tratto Ponte Antoi-Molassa lo si prende proprio all'altezza dell'Osteria Ponte Antoi, ma non fa parte della vecchia strada, ma e' un vecchio sentiero-mulattiera ora asfaltata che porta prima alla forcella Dint e poi giu' alla Molassa. Molto bello ma fino alla forcella ci sono un paio di km scarsi di salita.
    Il Pordenonese, 14 luglio 08
  • Re: Barcis: lungolago e vecchia strada per Molassa

    il punto B e' in comune di Barcis e non di Andreis come indicato.
    Il Pordenonese, 1 luglio 08
Scrivi commento | Regolamento