Castel del Rio - Mordano: Ciclovia del Santerno

Mappa

Pendenza media 0.5%, max 21% Dislivello salita 1218m, discesa 1021m, assoluto 197m

Caratteristiche

Sicurezza

Tipo percorso: ciclopedonale 🚶
Adatto a bambini: Non votato

Lunghezza

Distanza:43.6 km
Durata: 2.9 ore a Km/h

Fondo stradale

Pavimentazione:misto
Adatto a pattinatori: No

Tipi di bicicletta

Mountain Bike, Gravel, Cicloturismo, Bici da città

Descrizione

Nuova ciclovia che parte dall'abitato di Castel del Rio (mt.220 s.l.m.) e arriva a Mordano (mt.20 s.l.m.), seguendo il corso del fiume Santerno, con attraversamento dei Comuni di Castel del Rio, Fontanelice, Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Imola, Mordano.

Lungo il percorso si possono incontarre il Palazzo Alidosi ed il Ponte Alidosi a Castel del Rio, la Rocca Sforzesca a Imola, le Torri di Mordano.

La parte iniziale è la più ostica, con alcune salite impegnative, poi il tracciato diventa tutto più semplice.

Lungo il tragitto si incontrano tre guadi da percorrere rigorosamente a piedi (alcuni amici li fanno in sella ma......)

Di seguito alcuni dettagli sui punti di interesse.

Palazzo Alidosi è un esempio di architettura militare del XVI secolo con i suoi imponenti bastioni poligonali. Fu edificato nel 1542 per volere di Cesare Alidosi e Rizzardo, suo zio.

Ponte Alidosi si erge sul fiume Santerno da più di cinquecento anni. Fu costruito nel 1499 da Mastro Andrea Gurrieri da Imola, su commissione di Obizzo Alidosi. Svolgeva due funzioni: da un lato simboleggiava la potenza della famiglia e dall'altro facilitava i collegamenti fra le due sponde in un'epoca in cui i ponti erano piuttosto rari. La costruzione durò più di vent'anni e permise l'aumento del movimento commerciale della Vallata del Santerno. Per motivi strutturali, al suo interno vennero realizzate cinque stanze, che consentivano alle guardie la riscossione delle gabelle e la possibilità di rinchiudere prigionieri. Presenta una struttura a schiena d'asino, con un'unica arcata di 42 metri ed una freccia di circa 19 metri. Dal 20 novembre 1897, per le sue caratteristiche uniche, è monumento nazionale.

Le torri gemelle di Mordano: Due torri gemelle fanno ala all'ingresso dell'antico nucleo fortificato di Mordano. Le torri furono costruite sul finire dell'Ottocento in sostituzione dell'antica porta su progetto dell'ingegner Giovanni Brusi, il quale si ispirò alle torri dell'Arsenale di Venezia. Come era di moda in quell'epoca, la costruzione presenta forti richiami medievaleggianti ed è ricca di merli.

Itinerario segnalato da marcorove il 6 ottobre

Modifica

🌁 Aggiungi Foto

Download

Scarica il tracciato gps in uno dei seguenti formati:

Scarica il tracciato sul tuo smartphone in uno dei seguenti formati:

Recensioni e Commenti

Se conosci questo itinerario, lascia un commento per aiutare chi non lo conosce con il tuo parere.

Per commentare gli itinerari, partecipare alle discussioni sul forum è sufficiente iscriversi gratuitamente.