Registrazione

Roncola di Treviolo - Bonate Sopra

Profilo altimetrico

Pendenza media 0.3%, max 8% Dislivello salita 83m, discesa 79m, assoluto 39m

Caratteristiche

Distanza:11.58 km
Tipo:ciclopedonale
Fondo:terra
Adatto a bambini: No
Adatto a pattinatori: Non votato
Durata (Km/h): 46 minuti
Percorso di facile percorrenza nei comuni di: Roncola di Treviolo, Dalmine, Osio sopra, Osio sotto, Madone e Bonate sopra.

Itinerario segnalato da Anonimo il 14 giugno 09

Sono presenti 3 commenti legati a questo percorso.

Download

Commenti

  • Re: dalla roncola di treviolo a bonate sopra
    Fatta oggi con marito e bimba di 13 mesi nel seggiolino. Che dire, se la parte da treviolo a filago seppur un po sterratina è piacevole e ben percorribile. Non è molto ben segnalata in alcuni punti, ma per fortuna avevamo guardato su google maps l itinerario. La sponda da filago a ponte è invece DISASTROSA!!!! Non esiate un tracciato chiaro ci siamo ritrovati nei campi in sentierini anonimi che manco sapevamo se erano giusti, abbiamo dovuto affidarci all orientamento del aole per capire in alcuni bivi da che parte andare, ma soprattutto abbiamo dovuto affrontare una discesa sterrata e cioccotlata molto ripida, sempre con la bimba nel seggiolino. Insomma, la pista ciclabile da questa parte non esiste è un'accozzaglia di vialotti e sentierini senza una precisa continuità.
    Conaigliato solo agli appassaionati di mountain bike e sterrato, ma decisamente no per famiglie e gente in cerca di una tranquilla scampagnata (senza nulla togliere alla bellezza di alcuni scorci!)
    flatom1, 24 maggio 14
  • Re: dalla roncola di treviolo a bonate sopra
    Ho fatto il tracciato un paio di settimane fa: al primo tentativo ero finito ad Osio Sotto, non avendo visto dove occorreva svoltare per prendere la passerella, la seconda volta sono risalito sino a Ponte S.Pietro. A differenza della sponda sinistra, che, segnalazioni a parte, è benvisibile ed attrezzata la pista ciclopedonale, la sponda destra non ha un tracciato vero e proprio, ma lo si ricava seguendo viottoli e strade di campagna utilizzate dai contadini della zona, restando più o meno vicini al fiume. L'ultimo pezza di strada, arrivando a ponte S. Pietro, è però piuttosto disastrato, con sentiri che si interrompono per la frana degli argini, quindi non è molto sicuro. Nell'insieme è comunque un bel percorso, con la possibilità di variare il percorso anche spostandosi vicino al fiume e godere di alcuni scorci davvero belli.
    23ls, 1 settembre 09
Scrivi commento | Regolamento