Registrazione

Nava - Monte Regina

Profilo altimetrico

Pendenza media 3.5%, max 27% Dislivello salita 428m, discesa 428m, assoluto 325m

Caratteristiche

Distanza:9.37 km
Tipo:sentiero
Fondo:misto
Adatto a bambini: Non votato
Adatto a pattinatori: Non votato
Durata (Km/h): 37 minuti
Bell'itinerario che si svolge vicinissimo alle strade asfaltate che sono il riferimento per gli scalatori brianzoli; le salite da Dolzago a Colle Brianza e da S.ta Maria Hoè a Cagliano e San Genesio, sono alcuni degli itinerari più frequentati della zona.

L'itinerario circolare prende il via da Nava (originariamente borgo autonomo che dal 1927, insieme a Cagliano e Ravellino hanno dato vita al comune di Colle Brianza) e si svolge, nella sua prima parte, nei boschi e sui pendii sovrastanti, sviluppandosi sopra il bel nucleo rurale di Figina e sulle pendici del monte Regina.

La seconda parte, inizia idealmente dopo essere usciti dal bosco ed aver riguadagnato l'asfalto della strada proveniente da Consonno - uno sbarramento non consente il traffico automobilistico tra i due versanti -, e ci porta in discesa verso il bivio per Figina.
Giunti in prossimità del bivio contraddistinto da una edicola votiva, si prosegue dritto su un sentiero che is inoltra dapprima per campi e poi nel bosco, per poi ricongiungerci con la SP per Colle Brianza che ci riporta a Nava.

L'itinerario si svolge in ambienti collinari e di bassa montagna molto suggestivi con dei bellissimo scorci sui laghi sottostanti (Alserio, Pusiano, Annone ed Oggiono) e sulle montagne che contornano la zona.

Per quasi tutta la durata dell'itinerario si è immersi nel bosco che assicura una buona ombreggiatura; assenti - per quanto ho visto - punti di rifornimento acqua.

La salita su asfalto è ripida e con fondo a tratti irregolare.
Meno impegnativo, in termini di pendenza, è il tratto in salita nel bosco.
La discesa nel bosco è entusiasmante; su sentiero stretto nella prima parte che poi si allarga nel tratto finale.

Volendo, a metà della discesa - cartelli indicatori - si può prendere un sentiero che si stacca a sinistra dal percorso principale e consente di raggiungere Figina, un bel esempio di nucleo rurale - oggi parzialmente abbandonato - costituito da un grande edificio rurale e da una Cappella restaurata negli scorsi anni.

Da qui, attraverso l'unica strada asfaltata, ci si riporta al bivio sopraindicato e attraverso campi e bosco ci si ricollega con la S.P. e si ritorna a Nava secondo le indicazioni dell'ultima parte del presente itinerario.

Itinerario segnalato da Anonymous il 8 luglio 09

Download

Commenti

Se conosci questo itinerario e vuoi lasciare il tuo parere o informazioni utili, lascia un commento
Per commentare gli itinerari, partecipare alle discussioni sul forum e accedere in anteprima alle parti in costruzione di questo sito, è necessario iscriversi gratuitamente.
Login

Ho dimenticato la password Registrazione