Registrazione

Sormano/Colma del Piano - M.te San Primo (A/R)

Profilo altimetrico

Pendenza media 6.8%, max 28% Dislivello salita 731m, discesa 199m, assoluto 532m

Caratteristiche

Distanza:7.85 km
Tipo:sentiero
Fondo:terra
Adatto a bambini: Non votato
Adatto a pattinatori: Non votato
Durata (Km/h): 31 minuti
Itinerario completamente su sterrato che termina (ciclisticamente) sull'anticima del M.te San Primo (1.682 mt) che si raggiunge in breve e dal quale si gode una spettacolare vista a 360° che ripaga appieno lo sforzo per la salita.

Il tracciato, ad eccezione dell'ultimissima parte (accesso alla cima) è completamente ciclabile.
Ho assegnato, sottostimando leggermente, il grado di difficoltà medio; il tratto dall'Alpe Spessola all'Alpe di Terrabiotta è sicuramente impegnativo per la pendenza e soprattutto per le condizioni del fondo.

Si parte dalla Colma del Piano lasciando alla vs. il piccolo edificio dell'Osservatorio Stoppani.

Si risale per prati sino ad incontrare e dopo un tratto nel bosco ci si congiunge al sentiero "classico" che parte sul lato dx del Rifugio Stoppani.

Poco dopo si raggiunge la Colma del Bosco (1.233 mt) e poi su fondo sterrato progressivamente più ripido, si giunge all'Alpe Spessola, bel punto panoramico sul Triangolo Lariano.

Si prosegue fuori dal bosco, sul sentiero che si inerpica sensibilmente su un fondo decisamente sconnesso.
Con un lungo traversone e due ripidi tornanti si giunge in prossimità di una (nuova) costruzione nella quale alloggiano cavalli e mucche che pascolano nei prati antistanti.

Dalla costruzione si prosegue ancora su pendii meno ripidi e si raggiunge all'Alpe di Terrabiotta; doverosa una sosta per ammirare il fantastico panorama superato solamente da quello che si gode dalla cima del M.te San Primo, meta del nostro itinerario.

Si riparte sul sentiero, ora meno ripido, con fondo erboso bello e compatto; si prosegue sulla dorsale meridionale del M.te Ponciv, e con salita progressiva si raggiunge l'anticima del M.te San Primo; qui si lascia la bicicletta e a piedi si raggiunge la vetta sulla quale svetta una bella croce metallica e dalla quale si si gode una vista indimenticabile.

Verso sud: i laghi lecchesi ed in lontananza il Lago di Como e quello di Lugano.
In primo piano la dorsale del M.te Bollettone e Pallanzone e nel fondovalle, il bel pianoro del Tivano; dietro la pianura e all'orizzonte il profilo dei "primi" Appennini.

Verso Nord, da Ovest ad Est: il massiccio del Monte Rosa con lo spigolo del Cervino. Le cime del Michabel ed i 4.000 dell'Oberland bernese dei quali i più evidenti sono Jungfrau riconoscibile dalla maestosa parete granitica ed il Finsteraarhorn dalla forma piramidale.

Continuando il giro panoramico, in primo piano le Prealpi (Grigna Settentrionale e Meridionale, Resegone e Corni) ed un poco più lontano la Presolana ed il M.Te Legnone, dietro il quale si intravede la Val Chiavenna, la testata della Val Masino ed i monti della Val Bregaglia ed il gruppo del Bernina

L'itinerario si può idealmente suddividere nei seguenti tratti:

1) Colma del Piano - Colma del Bosco 2,2 km sentiero in salita - fondo leggermente sconnesso - bosco
2) Colma del Bosco - Alpe Spessola 2 km sentiero pianeggiante - fondo sterrato compatto - bosco
3) Alpe Spessola - Alpe Terrabiotta 2 km sentiero in salita marcata - fondo con sassi affioranti, single track di terra battuta sul lato sx - pendii aperti
4) Alpe Terrabiotta - Anticima 1,6 km sentiero in salita - fondo erboso - pendii aperti
5) Anticima - Cima M.te San Primo 30 metri di dislivello percorribili, in condizioni normali, anche con calzature da ciclo

Buona pedalata



Itinerario segnalato da bramarb il 18 settembre 09

Download

Commenti

Se conosci questo itinerario e vuoi lasciare il tuo parere o informazioni utili, lascia un commento
Per commentare gli itinerari, partecipare alle discussioni sul forum e accedere in anteprima alle parti in costruzione di questo sito, è necessario iscriversi gratuitamente.
Login

Ho dimenticato la password Registrazione